Motor Bike Expo 2021

Motor Bike Expo 2021: apertura fissata il 18 giugno

Il sistema fieristico nazionale è pronto a ripartire e la prima esposizione in programma riguarda proprio il settore motociclistico. Si tratta del Motor Bike Expo (MBE) 2021: la fiera di riferimento per il mondo delle moto personalizzate. Con il Decreto legge sulle riaperture del 22 aprile il Governo ha dato il via libera alle fiere a partire dal 15 giugno; soli tre giorni dopo, da venerdì 18 a domenica 20 giugno, avrà luogo a Veronafiere il MBE. Oltre alle moto custom, personalizzate dai più importanti preparatori internazionali, saranno presenti anche le più blasonate Case motociclistiche e i principali produttori di accessori, ricambistica e abbigliamento.

Di contorno all’esposizione sono previste diverse attività che si svolgeranno all’aperto; tra queste i demo ride – per provare su strada i nuovi modelli a due ruote, ma anche una scuola di guida sicura. Il tutto grazie al supporto della Federazione Motociclistica Italiana e dei moto club provenienti da tutte le regioni italiane. Inoltre, novità di quest’anno è la disponibilità di un nuovo parcheggio, che permetterà ai motociclisti di entrare in fiera con la propria moto.

Motor Bike Expo 2021, le misure di sicurezza e le parole degli organizzatori

Per quanto riguarda la sicurezza dei partecipanti, il Presidente di Veronafiere, Maurizio Danese, ha rassicurato:

“Veronafiere si è dotata di uno specifico protocollo safebusiness, validato dalle autorità̀ sanitarie. La capienza del quartiere espositivo garantisce il distanziamento sociale, la bigliettazione è soltanto elettronica e abbiamo un sistema di sorveglianza con un algoritmo anti-assembramenti. Senza contare la continua sanificazione degli ambienti e degli impianti di climatizzazione nei padiglioni.”

Di seguito, invece, le parole della Fondatrice e Marketing and sales manager di Motor Bike Expo, Paola Somma:

“Non ci siamo mai dati per vinti perché crediamo che l’intero settore delle due ruote abbia bisogno di Motor Bike Expo. Ce lo dicono le aziende che speravano in questo via libera per pianificare la propria presenza a Verona, così come le migliaia di appassionati. È l’ennesima conferma della straordinaria vitalità del settore motociclistico e della necessità per la grande famiglia delle due ruote di incontrarsi e stare insieme, scoprendo le novità di mercato legate ad un’industria e un artigianato in continua evoluzione”.

Anche il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia è intervenuto:

“Proprio in Veneto, il settore motociclistico farà da apripista al mondo fieristico – ha commentato, confermando uno dei più importanti saloni internazionali dedicati alle moto e ai bikers.”